La gara: Baldi su Peroni e Mangini

Il Trofeo Fabio Danti – XVIII Limabetone storica vede il fiorentino Baldi essere il piu’ veloce oltre che aggiudicarsi il terzo raggruppamento con la Osella pa 9, il secondo raggruppamento e’ appannaggio di Motti su Porsche Carrera rs e la piccola Morris Mini Cooper S di Rinolfi vince il primo raggruppamento

La gara, organizzata dall’Abeti Racing , ha visto un notevole successo di piloti e vetture di alto livello presenti al terz’ultimo appuntamento del Campionato Italiano Velocità Montagna Autostoriche. Baldi ,ritornato alle storiche per l’occasione, risulta il più veloce anche se ha da recriminare per problemi di alimentazione che non gli hanno pemesso di abbattere il record.

Ancora una volta l’impegnativo tracciato della Strada Statale 12 “dell’Abetone e del Brennero” che da Ponte Sestaione sale fino alle porte dell’Abetone è stato il protagonista degli appassionati delle quattro ruote ospitando la classica Limabetone Storica – Trofeo Fabio Danti quest’anno avente validità per il Campionato Italiano Velocità Montagna per Autostoriche. Negli otto chilometri del percorso allestito, come di conseutidine, con alta professionalità ed in piena sicurezza, dagli Abeti Racing, una ottantina di piloti si sono dati battaglia fino all’ultimo metro ed alla fine ha impiegato il miglior tempo il fiorentino David Baldi portacolori del Team Italia che a bordo della sua Osella PA 9 si è aggiudicato anche il terzo raggruppamento. Per il pluricampione italiano non è stata una gara semplice avendo avuto problemi di alimentazioni che lo hanno costretto per buona parte del percorso ad andare a tre cilindri e quindi non avere il motore al top. Queste le sue parole all’arrivo:”Il percorso della Limabetone è tra i più belli d’Italia, molto tecnico e difficile, sono contento di averlo disputato oltretutto con la mia vecchia vettura, sono tornato volentieri in questi posti bellissimi”. Alle spalle del plurititolato, sempre continuando il terzo raggruppamento, troviamo giovane Stefano Peroni, suo compagno di scuderia, che ha avuto uno scarto di appena 1”07 con la Osella PA 8/10 disputando una tra le gare più belle della sua carriera. Dietro ai due fiorentini un pisano, il gentleman driver Armando Mangini, che su Bogani SN ha così completato il podio di un 3° Raggruppamento tutto Team Italia.
Lotta al foto finish per il 2° raggruppamento che ha visto alla fine prevalere il casalgrandese Brando Motti su Porsche Carrera RS della Bologna Corse per appena 83/100 sul palermitano “Giartuas” anch’esso su Porsche ma 911 RS della ASPAS in lotta sia per il Campionato Italiano che per quello europeo. Terzo in questo affollato raggruppamento Fosco Zambelli con la Alfa Romeo GT AM portacolori della scuderia Tricolore.
Il pesarese Alessandro Rinolfi, per la prima volta alla Limabetone, ha colto una netta vittoria nel primo raggruppamento con la sua Morris Mini Cooper S trovandosi ben a suo agio fin dalle prove del sabato, alle sue spalle il sorano Antonio Mastronicola con una rara Ford Cortina Lotus e chiude il podio il fiorentino Claudio Conti invece su Prosche 911.
Nel raggruppamento “Classic” infine lotta al centesimo tra fiorentini con Andrea Balducchi in evidenza con la Ford Sierra davanti a Luigi Zoccali su Peugeot 205 Gti per appena 73/100.
Quindi lotta in ogni ordine e grado che hanno impegnato tutti i settantuno piloti che hanno concluso la manifestazione allestita dall’Abeti Racing confermando il percorso tra quelli più tecnici del panorama delle gare di velocità in salita italiane. Il pubblico presente ha così potuto assistere ad una sana competitività dei piloti ed ha potuto anche ammirare vetture di pregio che hanno fatto la storia dell’auto come Jaguar Type E, le inusuali NSU Prinz TT, una rara Pilbeam Dingo, Lancia Barchetta, Abarth 1000 TC, Fiat 595 SS, Austin Healey Sebring Sport, Lotus 23B ma anche tante altre, tutte aventi un fascino particolare e che hanno dato forti emozioni ai presenti.