Rally degli abeti e dell’Abetone 2013 – L’elenco degli iscritti

ISCRITTI 75 EQUIPAGGI PRONTI A DARSI BATTAGLIA NELLA CLASSICA SFIDA SULLA MONTAGNA PISTOIESE.

E’ in dirittura di arrivo, la macchina organizzatrice della A.S. Abeti Racing ,  per vedere prendere il via al 31° Rally degli Abeti e dell’Abetone, in programma questo fine settimana.
Come al solito saranno due, i giorni di gara per questo evento organizzato in collaborazione con l’Automobile Club Pistoia, che conta 75 iscritti, sinonimo dell’aver saputo reggere bene l’onda d’urto della crisi economica ed anche quella di un calendario di gare in Toscana decisamente inflazionato, caratterizzato dall’avere una gara ogni quindici giorni.

Dunque, il Rally “più verde d’Italia” ha saputo, come si suol dire, “stringere i denti” e proporsi sulla scena con la semplicità e qualità di sempre: rispetto all’edizione 2012, ha registrato soltanto 9 iscrizioni in meno, quando altri eventi hanno sofferto maggiormente ma soprattutto ha conosciuto una nuova, importante linfa del tessuto sportivo locale, con al via ben 11 equipaggi della Montagna Pistoiese.  Sono numeri che decretano un successo. Un successo evidentemente organizzativo ma anche e soprattutto un successo dello sport sul territorio, per il quale l’evento si è sempre distinto come veicolo irrinunciabile di promozione.

“Avevamo molta apprensione, sino a dieci giorni fa – commenta Piergiorgio Barsanti, Presidente del Comitato Organizzatore – la crisi economica ed il fatto che il calendario toscano è fitto di impegni sono stati due fattori che ci hanno fatto pensare molto . . . . poi abbiamo visto che la risposta dei piloti è stata positiva, segno che la nostra gara è comunque nel loro cuore e di questo non finiremo mai di ringraziare tutti coloro che anche per il 2013 ci hanno dato segno di stima, a tutti diciamo che è reciproca. Il Rally degli Abeti, vuoi per la tecnicità del percorso e per le sue caratteristiche, con la natura che ha giocato a nostro favore regalandoci un ambiente bellissimo, si confermerà molto impegnativo. Forse è proprio questo , ciò che lo distingue”.

La gara, confortata nuovamente dall’affetto e dalla forte considerazione dei principali attori dell’automobilismo, piloti e squadre, rispetto alla scorsa edizione manterrà lo stesso format, logistica e percorso identici caratteristiche mantenute guardando  al contenimento generale dei costi, in un periodo economico decisamente penalizzante per il motorsport.

LA VALIDITA’ PER IL CHALLENGE DI VI ZONA
Il 31° Rally degli Abeti e dell’Abetone sarà valido quale quinta prova del Challenge Rally Nazionali di VI Zona, per l’Open Toscano Rally, per il Campionato Sociale ACI Pistoia e per il Trofeo ACI Lucca. Sono Campionati che da sempre assicurano partecipazioni importanti e numerose, qualificando sempre più ogni evento ove sono previsti.

I MOTIVI SPORTIVI: ANNUNCIATO IL DUELLO LUCCHESI-“CIAVA”, MA OCCHIO A GASPERETTI
Sono ben sei, le vetture di classe Super 2000 (trazione integrale e aspirate) al via, con annunciato il duello per la vittoria tra il lucchese Gabriele Lucchesi ed il suo omonimo massese Ciavarella, pseudonimo “Ciava”. Entrambi al via con una Peugeot 207 S2000, piloti che si stimano l’un l’altro, tanto amici, quanto veri e puri avversari in prova speciale, cercheranno il successo assoluto. A Lucchesi l’alloro sfuggì lo scorso anno ad opera del locale Federico Gasperetti, che di “Abeti” ne ha vinti ben quattro e quest’anno, sempre con la Renault Clio R3, punta al quinto sigillo.
Sicuramente il leit motiv della gara sarà questo, ma vi sono anche altri che puntano a qualcosa di importante. A partire dal vicentino Andrea Smiderle, che debutta con la Abarth Grande Punto, peraltro alla sua prima esperienza sulla Montagna Pistoiese. Ci si aspettano poi performance di spessore dal locale Davide Giordano, galvanizzato dal recente terzo posto assoluto al “Valdinievole”: con la sua Mitsubishi Lancer Evolution punta al Gruppo N, opponendosi ad altri due driver della zona, Marco Casipoli e Daniele Pellegrineschi, entrambi al via con una Lancer Evo IX. Da seguire anche l’elbano Andrea Volpi (Renault Clio R3), uno che non va molto per il sottile nel cercare posizioni al sole nell’assoluta, così come sarà interessante vedere all’opera con una “vecchia” Renault Clio Williams un altro locale,  Alessio Beneventi, anche lui in cerca di gloria sulle strade amiche. Atteso ad un’altra delle sue prestazioni è il valdinievolino Max Giannini, capace di grandi cose con la piccola Citroen C2 R2 da 1600 cc.  così come si aspettano prestazioni di spessore dalle due “dame” al via, Paola Fedi (Renault Clio R3) e Susanna Mazzetti (Renault Clio S1600). Tre saranno le vetture storiche al via, con la “notizia” del rientro dopo anni di pausa di Adelchi Gasperetti, fratello di Federico, che porterà al debutto una Renault 5 Alpine. A lui si opporranno la Opel Ascona 400 del pratese Guarducci e la Opel Manta 2000 GT/E di Bellagamba.

AL VIA I TROFEI “DELLA LOSANGA” E “DELLO SCORPIONE”
Il valore aggiunto dell’edizione numero trentuno del Rally degli Abeti e dell’Abetone saranno certamente due Trofei promozionali: quello Renault Twingo R2 “di Zona C” e quello estremamente interessante e professionale EVO Rally, riservato esclusivamente alle Abarth Grande Punto S2000, iniziativa che tende a valorizzare le vetture “dello scorpione”.
Proprio le due iniziative sopra descritte, sono particolarmente attese sulle strade montane, in quanto si prevede possano fornire ulteriori spunti tecnici per quanto anche sarà notevole lo spettacolo che sapranno offrire. Nel Trofeo Twingo R2 in testa vi è il giovane lucchese di belle speranze Luca Panzani, vincitore al primo impegno stagionale del Rallye Isola d’Elba ed adesso si aspettano le sfide che verranno ingaggiate con i vari Angilletta, Matteuzzi e Sestini. Il Trofeo EVO Rally, mancando i due leader provvisori, il piemontese Zivian ed il savonese Villa, avrà nel laziale Sulpizio, in Fasili e nella “new entry” Andrea Smiderle, personaggi che sapranno riaffermare le doti della “due litri” torinese, pronta a portarli in alto in classifica.

IL PROGRAMMA DI GARA: RICONFERMATA LA “RONDE” DI GAVINANA
Un percorso, quello del 31° Rally degli Abeti e dell’Abetone, che sarà mantenuto sugli standard elevati del passato, ricavato dalla tradizione della gara “più verde d’Italia” e che vedrà riproposta – a forte richiesta – la celebre “Ronde di Gavinana”. Sono questi i caratteri salienti dell’evento. La “piesse” di Gavinana, uno dei primi esempi in Italia di Prova Speciale realizzata in un anello di strade, venne rispolverata lo scorso anno dopo ben sei stagioni di stop: forte di contenuti spettacolari e tecnici di elevato livello ebbe ovviamente successo sia tra chi vi corse che tra il pubblico ed è per questo motivo che rimarrà anche per questa edizione.

Sarà proprio la “piesse” dal fascino particolare,  ad inaugurare le sfide con il cronometro nel pomeriggio di sabato 1 giugno, per poi vedere allungarsi il resto della gara l’indomani, domenica 2, con altri sei tratti cronometrati, tre diversi da percorrere due volte.  Il cuore del 31° Rally degli Abeti e dell’Abetone sarà il Parco Assistenza, ancora ubicato nella Zona Insediamenti Produttivi di Campo Tizzoro, lungo la strada che da Pistoia porta all’Abetone, mentre il quartier generale sarà ubicato nella storica sede del Palazzo Comunale di San Marcello Pistoiese.

Da Campo Tizzoro avrà luogo la partenza “tecnica” della gara alle 17,21 di sabato 1 giugno, dalle 17,35 gli equipaggi indosseranno casco, tuta e guanti per sfidarsi nella Ronde di Gavinana, dopodichè porteranno le vetture nel riordinamento notturno previsto a San Marcello Pistoiese  Piazza Maestri del Lavoro – la cui entrata prevista del primo concorrente sarà alle 19,20.

L’indomani, domenica 2 giugno, la gara ripartirà dalle ore 07,31 e, dopo il Servizio di Assistenza di Campo Tizzoro daranno vita alle sei nuove sfide. La bandiera a scacchi sventolerà, a partire dalle 17,15, in Piazza Matteotti a San Marcello Pistoiese. Le prove speciali ove si sfideranno i concorrenti sono le classiche  “Torri” (Km. 13,240), “Lizzano” (Km. 13,790) e “Prunetta” (Km. 9,970), tutte da ripetere due volte. Quattro, in totale, i Service Area previsti per la gara ed altrettanti i riordinamenti: oltre a quello notturno di San Marcello, due saranno a Maresca ed uno all’Abetone.  Il percorso misura 269,340 Km. dei quali 79,290 competitivi, il 29% del totale.

 Elenco_Iscritti_2013.pdf 36.46 KB

 Elenco_Iscritti_Storiche_2013.pdf 19.47 KB